CORSO FORMAZIONE PER I CARRELISTI

Premessa: La legge nr. 10237/2010 prevede che il datore di lavoro adotti misure affinché i dipendenti incaricati dell’uso di attrezzature di lavoro che richiedono conoscenze e responsabilità speciali siano formati in modo tale da consentire loro un uso appropriato e sicuro. Attraverso il percorso formativo verrà fornito ai discenti un attestato di formazione per l’utilizzo di questi mezzi, ovviamente dopo aver superato la prova finale prevista.

A chi è rivolto: Il corso è rivolto a tutte le aziende che hanno dipendenti che gestiscono forchette. Tutte le persone che lavorano come carrellisti all’interno di aziende/istituzioni devono essere formate.

Obiettivo: fornire ai partecipanti conoscenze formative sulla sicurezza addestrandoli a guidare la forcella in sicurezza.

Durata: 8-12 ore

Contenuti: Il corso fornisce una formazione di base relativa agli obblighi di legge in materia di sicurezza e salute sul lavoro, conoscere le principali norme di sicurezza per la guida dei carrelli e l’assicurazione del carico, analizzare i possibili pericoli/rischi nella guida del veicolo per prevenire gli incidenti, e la manutenzione veicolo. Il corso si basa sulle migliori esperienze di aziende nell’Unione Europea in questo settore.

Metodologia di sviluppo del corso: I corsi saranno sviluppati sulla base di un metodo interattivo, al fine di suscitare l’interesse dei discenti favorendo dibattiti su casi pratici basati sull’esperienza dei discenti stessi. Ciò consentirà di adottare gli argomenti del corso anche sulla base delle esigenze dei discenti.

Attestato: dopo aver superato con successo la prova scritta, ai discenti viene fornito un certificato, secondo la licenza rilasciata dal QKL e approvata dal ministero competente (Licenza QKL n. LN-8413-08-2014).

CORSO DI FORMAZIONE PER MONTAGGIO/SMONTAGIO IMPALCATURE

testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo testo

CORSO DI FORMAZIONE “LAVORI IN QUOTA”

Introduzione: Ai sensi dell’articolo 11, punto 1, lettera b) della legge 10237/2010, il datore di lavoro organizza apposita formazione per i dipendenti, in questo caso per i lavori in quota. Il corso fornisce informazioni base sui requisiti del quadro giuridico albanese e degli standard europei nel campo della sicurezza e salute sul lavoro, formazione e addestramento sull’uso di dispositivi di protezione individuali e attrezzature utilizzati per la sicurezza dei lavori in quota, ponteggi, scale, piattaforme di sollevamento, ecc. ., per prevenire ed eliminare le cadute dall’alto.

A chi è rivolto il corso:agli addetti, responsabili e ai preposti a lavori che comportino rischi di caduta dall’alto (lavori in quota). Il corso è valido anche per i Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione, i Coordinatori della sicurezza nei cantiere, direttore lavori ecc.

Obiettivo: Formare il personale che svolge o sovraintende a lavori in altezza con particolare riguardo all’uso in sicurezza delle attrezzature di protezione individuale (imbracatura, dispositivi anticaduta ecc.), anche con riferimento ad esempi riconducibili a situazioni di rischio reali.

Durata: 8-12 ore

Contenuti: Parte teorica – Quadro giuridico in materia di sicurezza e salute sul lavoro, dinamica della caduta e misure preventive, identificazione dei pericoli, selezione dei sistemi di controllo e protezione, selezione, utilizzo e corretta conservazione delle PMI utilizzate per la sicurezza nei lavori in quota, ecc.

Parte pratica: metodi, tecniche e procedure operative – Analisi e commenti collettivi sulla pratica svolta, ecc. Il corso si basa sulle migliori esperienze di aziende dell’Unione Europea in questo campo.

Metodologia di sviluppo del corso: lezioni frontali, con utilizzo di strumenti multimediali e prova pratica. Il corso sarà realizzato con metodologie interattive, in modo da coinvolgere gli allievi, sollecitarne l’interesse, favorire la discussione su casi pratici provenienti dalla loro esperienza.

Attestato: dopo aver superato con successo la prova scritta, ai discenti viene fornito un certificato, secondo la licenza rilasciata dal QKL e approvata dal ministero competente (Licenza QKL n. LN-8413-08-2014).

CORSO DI FORMAZIONE “SPAZI CONFINATI”

Introduzione: Ai sensi dell’articolo 11, punto 1, lettera b) della legge 10237/2010 il datore di lavoro organizza adeguata formazione per i propri dipendenti, in questo caso per i lavori in spazi confinati. Il corso fornisce le informazioni di base sui requisiti del quadro giuridico albanese in materia di Sicurezza e Salute nei luoghi di lavoro e quello europeo per gli spazi limitati, formazione per lavorare in sicurezza in spazi confinati che sono causa di un gran numero di vittime come risultato di soffocamento, intossicazione, caduta dall’alto, scossa elettrica, incendio, ecc. Per spazi confinati si intendono ambienti di lavoro quali pozzi, fognature, gallerie, camini, tubazioni, canali, canalette, silos e pozzetti in genere sospetti di inquinamento (mancanza di ossigeno o sostanze tossiche).

A chi è rivolto il corso: anzitutto alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli addetti destinati ad operare in ambienti sospetti di inquinamento e ambienti confinati. E’ valido anche per i Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, Coordinatori per la sicurezza nei cantieri, Preposti, Direttori di cantiere che effettuano o supervisionano i lavori negli spazi confinati o con sospetto inquinamento.

Obiettivo:  trasmettere ai discenti conoscenze su questioni di sicurezza sul lavoro in spazi confinati o sospetto di inquinamento dal punto di vista legislativo ed identificazione e valutazione dei rischi, includendo le misure preventive e protettive di natura tecnica (procedure, dispositivi di protezione individuale, strumenti per il controllo degli inquinanti).

Durata: 8-12 ore

Contenuti: Parte teorica: legislazione albanese ed europea per gli spazi limitati, definizione degli spazi e delle loro caratteristiche, pericoli e identificazione di agenti pericolosi: sostanze asfissianti, tossiche, infiammabili ed esplosive, ecc.

Parte pratica: esempi di spazi confinati con possibile presenza di agenti chimici infiammabili o esplosivi e analisi di incidenti reali, pianificazione di lavori in spazi confinati, dispositivi di protezione individuale, evacuazione della persona ferita all’interno dello spazio confinato, ecc.

Metodologia di sviluppo del corso: lezioni frontali, con utilizzo di strumenti multimediali e prova pratica. Il corso sarà realizzato con metodologie interattive, in modo da coinvolgere gli discenti, sollecitarne l’interesse, favorire la discussione su casi pratici provenienti dalla loro esperienza.

Attestato: dopo aver superato con successo la prova scritta, ai discenti viene fornito un certificato, secondo la licenza rilasciata dal QKL e approvata dal ministero competente (Licenza QKL n. LN-8413-08-2014).